Sei a conoscenza delle conseguenze di una bocca trascurata?

Sei a conoscenza delle conseguenze di una bocca trascurata?

Il microbiota del cavo orale è l’insieme dei microrganismi simbiotici ovvero i batteri buoni e da quelli cattivi, i patogeni, che convivono nell’ambiente orale. Esso può essere influenzato da fattori esterni ed interni (dieta, fumo, ambiente, stato socio- economico, antibiotici e gravidanza) che possono modificarne la sua funzionalità. Il microbiota orale è presente sotto forma di biofilm e svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’equilibrio orale e della prevenzione delle patologie della bocca. Comprende più di 600 specie microbiche diverse.

Si parla di eubiosi quando il microbiota è in perfetto equilibrio microbico, ovvero quando i batteri buoni sono numericamente maggiori rispetto a quelli cattivi; si parla di disbiosi quando i batteri patogeni (cattivi) prendono il sopravvento e diventano numericamente maggiori rispetto ai buoni, che in tal modo non riescono a contrastare gli effetti dei patogeni. Per esempio la malattia parodontale o più comunemente piorrea è una forma di disbiosi del cavo orale.

Le conseguenze patologiche di un cavo orale trascurato?

La disbiosi orale porta alla gengivite, alla malattia parodontale, alla carie e ad una serie di altre patologie con correlazione anche non orale. I pazienti più suscettibili sono i fumatori, le donne in gravidanza e i diabetici . Diversi studi mostrano come una situazione di disbiosi orale, possa predisporre pazienti con Malattie Cardiovascolari, alcune forme tumorali (cancro esofageo e del pancreas), Diabete, Obesità, Artrite Reumatoide, Gravidanza, Osteoporosi, Parkinson e Menopausa a sviluppare malattia parodontale e viceversa. Per questo motivo, la bocca viene definita come  lo specchio della salute.

 

La maggior parte delle patologie che colpiscono i tessuti orali sono dovute alla placca batterica, composta da una pellicola trasparente (biofilm) sulla quale si insediano tutte le forme batteriche presenti nel cavo orale; questi batteri se lasciati indisturbati, aggregandosi tra di loro riescono a formare una struttura molto stabile che se non rimossa con l’azione meccanica dello spazzolino da denti, nell’arco delle 12 ore, si solidifica creando il tartaro, che a questo punto può essere rimosso solo attraverso l’igiene orale professionale. Rimuovere per sempre la placca batterica è praticamente impossibile, in quanto essa continuerà a formarsi all’infinito; per fare un esempio “casalingo“: la placca batterica equivale alla polvere; nessuno può impedirne la formazione, l’unica cosa che è possibile fare è disturbarne l’aggregazione rimuovendola costantemente!

PRENOTA LA TUA PRIMA VISITA !!!

CHIAMACI: 030 3374985

WHATSAPP: 371 4413989

SCRIVICI: info@studiodentisticoathena.it